Controllare il proprio stato di salute: da dove partire?

Il controllo periodico del proprio stato di salute è una abitudine che fa fatica ad instaurarsi in Italia. Mentre eseguire periodici check-up è cosa abituale in altri paesi, da noi spesso non esiste questa attenzione. Questo atteggiamento, in alcuni casi, rende tardivo il riconoscimento di alcune patologie. Ma che tipo di esami eseguire? La tipologia di esame consigliato varia a seconda dell’età? Tutte domande lecite a cui non esiste una risposta univoca ed universalmente accettata.

Screening Cardio-vascolare
Gli accidenti cardio-vascolari rappresentano la prima causa di morte nei paesi industrializzati.

In primo luogo, voglio sottolineare l’ estrema importanza degli screening oncologici proposti gratuitamente dal Servizio Sanitario Nazionale. La mammografia e la ricerca del sangue occulto nelle feci sono procedure che hanno permesso in molti casi la diagnosi precoce di patologie gravi come il tumore del seno ed il tumore del colon-retto.

Ma al di là degli screening gratuiti, quale esame consigliare? La mia risposta nasce dallo studio statistico delle principali cause di morte. Non c’è dubbio che gli incidenti cardio-vascolari siano la prima causa di mortalità nei paesi sviluppati. Quindi, se devo consigliare un esame, consiglio un esame che controlla lo stato di salute del cuore. Ma quale? Scopriamolo insieme.

Che caratteristiche dovrebbe avere un esame di controllo preventivo?

Un esame che serve a controllare il proprio stato di salute dovrebbe avere, a mio giudizio, le seguenti caratteristiche. Dovrebbe controllare più parametri possibili nello stesso momento, dovrebbe essere eseguibile senza troppo disturbo per il paziente e dovrebbe avere un rapporto qualità/prezzo accettabile.

Holter Smart: l’esame perfetto per uno screening cardio-vascolare completo

RootiRx, il rivoluzionario Holter Smart nato da un’idea di Steve Jobs, a mio giudizio possiede la maggior parte dei requisiti richiesti. Al contrario di molti altri esami Smart – sempre più diffusi – questo dispositivo ha una certificazione medica ed una validazione scientifica. Su questo argomento si legga anche il Post “Applicazioni e Medicina: possiamo fidarci?“.

RootiRX
RootiRX ha le dimensioni di una chiavetta usb.

Con un ingombro scarsissimo, questo dispositivo garantisce la contemporanea esecuzioni di una serie di esami di fondamentale importanza per la salute. RootiRx controllo il ritmo cardiaco, evidenziando la presenza di pericolose aritmie. Nello stesso tempo il dispositivo controlla la pressione con una precisione forse migliore rispetto a un tradizionale holter pressorio. Ma RootiRx non si limita solo a questo: questa formidabile macchinetta è in grado di stadiare le fasi del sonno e di evidenziare il sospetto sulla presenza di apnee notturne. Rooti controlla anche la qualità del nostro sonno! Un elemento troppo spesso trascurato, visto il frequentissimo rapporto tra patologie cardio-vascolari ed apnee notturne. A questo proposito leggi anche “Apnee notturne: quali sono i rischi?“.

In che modo fa tutto questo? Semplicemente mediante due elettrodi applicati sul torace. Per quanto tempo? Fino a sette giorni consecutivi (e 6 notti…).

Non siete ancora convinti? RootiRx è anche impermeabile… permette quindi una toilette quotidiana decorosa…. Cosa pretendere di più da un oggetto delle dimensioni di una chiavetta usb? Vuoi altri dettagli? Leggi la pagina che parla del nostro Holter Smart.

Pubblicato da

Gianni Gitti

Specialista in Otorinolaringoiatria, Medicina del Sonno e Medicina Estetica

2
Lascia una commento

avatar
1 Flusso di commenti
1 Thread replies
0 Followers
 
Commenti di successo
Hottest comment thread
2 Comment authors
Gianni GittiBeatrice Recent comment authors
  Sottoscrivi  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Beatrice
Ospite
Beatrice

Salve io mesi fa o avuto grande nebbia occhi e mi tremava sotto piedi dicevo c’è terremoto tutto questo durato 10m. Circa. Non vedevo niente e mi arrangio x cercare di non cadere mettermi sede poi passo e da lì ogni tanto mi trema sotto piedi la neurologa mi disse fare visita cardiologica e fatta ma dice c’è extrasistole e mii anno fatto fare holter cardiaco dal holter dice c’è extrasistole ma io mi chiedo voglio sapere queste vertigini da dove vengono dal cuore a livello cuore o avuto anche dolore toracico x me era andava parte sinistra livello cuore… Leggi il resto »