Sangue in bocca: quali sono le cause?

Reading Time: 2 minutes

La presenza di piccole quantità di sangue nella saliva è una evenienza piuttosto comune. Nella maggior parte dei casi il fenomeno non deve destare preoccupazione, tuttavia è sempre opportuno consultare il medico ed eseguire alcuni controlli. Vediamo insieme quali possono essere le cause principali del problema.




L’importanza della tosse

Quando troviamo un po’ di sangue nella saliva, la prima cosa che dobbiamo domandarci è se questo sangue sia fuoriuscito dopo un colpo di tosse. Se abbiamo notato la fuoriuscita di sangue dopo la tosse, ci sono molte probabilità che il sangue provenga dai polmoni. In questo caso, in termini medici, si parla di emoftoe. Se, al contrario, la tosse non c’è stata, probabilmente il sangue origina dalle vie respiratorie superiori. In questo caso, in termini medici, si parla di emottisi.

Da dove viene il sangue?

Come detto, se la fuoriuscita di sangue avviene in concomitanza con la tosse, è altamente probabile che il sangue provenga dai polmoni. Per fortuna non sempre questo si associa alla presenza di patologie di rilievo. Di certo, in un soggetto forte fumatore, questo rappresenta un campanello di allarme da non trascurare. La prima cosa da fare è senz’altro eseguire una radiografia del torace. Questo accertamento permette di evidenziare alterazioni grossolane a carico del polmone per poi – eventualmente fosse opportuno – eseguire accertamenti più approfonditi. Se il fenomeno si è verificato in una sola occasione è molto probabile che – a livello polmonare – si sia rotto qualche piccolo vaso. Si tratta di un evento che si risolve spontaneamente e non deve destare preoccupazione. Qualora il fenomeno si ripeta più volte è indispensabile eseguire accertamenti più specifici.

E se il sangue non viene con la tosse? In questo caso ci sono alte probabilità che il sangue provenga dalle gengive o dalla porzione posteriore del naso. Anche in questo caso, un evento isolato, soprattutto in un non fumatore, non deve destare particolare allarme. La cosa più opportuna è comunque consultare un otorinolaringoiatra per una visita di controllo. La visita avrà lo scopo di escludere la presenza di patologie di rilievo. Sarà tuttavia molto difficile evidenziare la sede del sanguinamento, a meno che esso non si sia verificato nelle ore immediatamente precedenti alla visita. I piccoli vasi ematici responsabili di questi sanguinamenti, infatti, tendono a non essere più visibili già dopo pochi minuti dall’emorragia. Se vuoi scoprire quali sono le cause principali che possono determinare la fuoriuscita di sangue dal naso leggi questa pagina.

Evenienze pericolose

In casi più rari, il sanguinamento può essere provocato da patologie gravi quali tumori o malformazioni vascolari. Per questo motivo appare sempre saggio rivolgersi ad un medico per un consulto. Questo è valido per tutti ma a maggior ragione per i fumatori.

0 0 votes
Article Rating
Tag:
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments