Le differenze tra esercitare la medicina e dedicarsi al Bricolage

Nov 30, 2018

0

Le differenze tra esercitare la medicina e dedicarsi al Bricolage

Posted in : Rapporto Medico/Paziente on by : Gianni Gitti
  • Bellissima passione il Bricolage. Acquistare gli strumenti perfetti. Tagliare tutti i pezzi necessari a misura perfetta. Far sì che tutto si incastri alla perfezione. Verniciare e colorare nei modi più fantasiosi.  Ho bisogno di un tavolo nuovo? Compro i pezzi, lo assemblo e – se sono capace – ho il mio tavolo. Esattamente come lo volevo.

    Bellissima passione la Medicina. Studi 15 anni tutti gli aspetti di una patologia. Ti aggiorni continuamente per conoscere le ultime novità. Assegni la cura consigliata da tutte le linee guida. Spieghi tutto per filo e per segno al paziente. Ma il paziente a volte non guarisce ugualmente.

    Misure al centimetro contro un gioco di probabilità

    Nel costruire il mio tavolo so con certezza che ho bisogno di una lastra di legno di 2 metri per 80 cm. Sarò considerato un bravo appassionato di Bricolage se riesco a tagliare la lastra esattamente con quelle dimensioni.

    Quando devo curare una otite media acuta gli studi mi dicono che nella maggior parte dei casi ho a che fare con una infezione batterica da Streptococcus Pneumoniae o da Haemofilus Influenzae o da Moraxella Catarrhalis… Eppure guardando l’orecchio l’aspetto è lo stesso. Non trovo una targhetta che mi dice quale è il batterio responsabile dell’infezione. Potrebbe essere anche uno diverso da questi tre. Che problema! Non tutti gli antibiotici sono efficaci per tutti i batteri, soprattutto se è implicato un batterio diverso da quei tre. Dove trovo le istruzioni da leggere? Ahimè… non ci sono! Però io so che nel 90% dei casi il batterio responsabile è uno di quelli. Ok io ci provo! E’ la scelta più saggia.  Il paziente non guarisce? Allora qualcuno dirà che non sono un bravo medico. Forse avrei dovuto dare da subito l’antibiotico che poteva guarire il 10% dei casi piuttosto che quello che poteva essere utile nel 90% delle infezioni. 

    Un tavolo realizzato a regola d’arte e un paziente guarito

    Ok ci sono. Ho tagliato tutti i pezzi necessari per assemblare il mio tavolo. Adesso con cacciavite, trapano e viti lo metto insieme. Lo vernicio. Lo lascio asciugare. Sono stato molto preciso e scrupoloso. Un ottimo appassionato di bricolage. Infatti, adesso ho il mio bel tavolo nuovo. 

    Col mio paziente non sono stato così fortunato. Gli ho dato l’antibiotico adatto nel 90% dei casi ma non è guarito. Mi ha scritto una mail lamentandosi e sostenendo che non sono un bravo medico. Si è rivolto ad un collega che ha visto la cura che gli avevo prescritto ed ha consigliato l’antibiotico adatto nel 10% dei casi. Adesso è guarito. Buon per lui. Il collega questa volta ha fatto un figurone. Altre volte ho fatto io un figurone sugli “errori” di altri. Una ruota che gira. Eppure ho studiato. Ho applicato le linee guida. Doveva guarire nel 90% dei casi. Che tristezza!

     

    Specialista in Otorinolaringoiatria, Medicina del Sonno e Medicina Estetica

    Lascia una recensione

    avatar
      Subscribe  
    Notificami
    Vai alla barra degli strumenti