Basarsi sul sintomo per semplificare la vita dei pazienti

Visita otorinolaringoiatrica? Esame Audiometrico? Aiuto!

Sei stanco/a di sforzarti di capire il tipo di accertamento medico che corrisponde meglio alle tue necessità? Per te, come è giusto che sia, non esiste alcuna differenza tra visita otorinolaringoiatrica ed esame audiometrico tonale? La parola esame impedenzometrico ti sembra incomprensibile come per me il termine transistor? Se la risposta è sì ti farà piacere scoprire che, a partire da gennaio 2018, il Nostro Istituto adotterà, in via sperimentale, un sistema di prenotazione “a pacchetto” basato sul sintomo del paziente. L’iniziativa nasce con la volontà di spostare l’attenzione dagli aspetti burocratici del sistema di cura alle reali necessità del paziente.

I pacchetti basati sul sintomo nascono per mettere il paziente al centro del progetto di cura.
Nasce la Guida alle Prestazioni Otorinolaringoiatriche

Proprio con l’intento di fornire un servizio di qualità, nasce la guida all’esecuzione delle prestazioni otorinolaringoiatriche, facilmente consultabile sul nostro sito web.  La guida, concepita e realizzata dalla Direzione del Nostro Istituto grazie ad una esperienza quasi cinquantennale, permetterà al paziente di scegliere il tipo di accertamento a cui sottoporsi semplicemente identificando il proprio disturbo.  A titolo di esempio, scegliendo  il “Pacchetto Voce Base”  il paziente con problemi di voce potrà sottoporsi alla combinazione di prestazioni visita specialistica + esame fibrolaringoscopico,  gli accertamenti clinici più indicati per comprendere la natura di questo problema. Oltretutto i pacchetti garantiranno ai pazienti uno sconto rispetto all’esecuzione delle singole prestazioni.

Iniziativa utile?

Soltanto la sperimentazione e la soddisfazione dei pazienti ci permetterà di capire se questa iniziativa è realmente utile. Noi crediamo che una semplificazione del processo di cura permetta di ridurre le incomprensioni che spesso nascono in ambulatorio a causa di una terminologia medica sempre più lontana dalla realtà quotidiana del paziente. Voi cosa ne pensate? Avete suggerimenti in proposito?

Pubblicato da

Gianni Gitti

Specialista in Otorinolaringoiatria, Medicina del Sonno e Medicina Estetica

Lascia una commento

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami