Un palloncino per curare il nostro orecchio

Un palloncino?

Una volta una signora, non ricordandosi il mio nome, si è presentato in ambulatorio chiedendo del “dottore dei palloncini”.  Questo perché, in effetti, mi capita spesso di prescrivere questa terapia. A parte la simpatia della signora, i palloncini possono essere davvero utili! In particolare possono essere utili per la cura dei casi di disfunzione tubarica. A tal proposito si consiglia di leggere anche il Post “Sordità Rinogena“.

I palloncini nella pratica medica?
Ma davvero un palloncino?

La maggior parte di voi starà pensando che stia parlando di un palloncino qualsiasi, ma ovviamente non è così. Il palloncino di cui sto parlando è Otovent, distribuito da Lofarma. Si tratta di un palloncino con una pressione di gonfiaggio controllata che permette, se utilizzato correttamente, di eseguire una vera e propria ginnastica tubarica.

Quando può essere utile Otovent?

Questo tipo di dispositivo può essere utile in diversi casi.  Ad esempio per trattare l’ otite media effusiva tipica dei bambini piccoli.  Nell’adulto,  Otovent può essere utile in tutti i quei casi in cui il paziente sente le orecchie ovattate, come in caso di disfunzione tubarica.  Il dispositivo può essere inoltre utilizzato per eseguire una ginnastica tubarica continuativa in soggetti che praticano immersioni o che volano spesso in aereo.

Come si usa Otovent

Il palloncino è corredato di una cannula nasale che permette il gonfiaggio attraverso il naso. In una prima fase attiva il soggetto gonfia il palloncino con una delle due narici tenendo chiusa l’altra con la mano. Nella seconda fase passiva il soggetto lascia sgonfiare il palloncino nel naso, inspirando leggermente e provando e deglutire.  Il palloncino deve essere gonfiato 3 volte al giorno (mattino, mezzogiorno e sera), una volta con la narice destra ed una con la sinistra. Ogni palloncino va utilizzato per 3 giorni, cioè serve per fare 18 insufflazioni, dopodiché il palloncino perde la sua efficacia terapeutica e quindi va gettato. La confezione contiene 5 palloncini e quindi permette una terapia della durata di 15 giorni.

Controindicazioni e Precauzioni

Prima di poter utilizzare otovent è sempre bene eseguire una visita otorinolaringoiatrica che escluda la presenza di patologie dell’orecchio. In particolare occorre escludere la presenza di infezioni attive e/o perforazioni del timpano. Da notare che il palloncino in dotazione non è sostituibile in alcun modo con i normali palloncini giocattolo perché è calibrato per esercitare una pressione fisiologica idonea e sufficiente ad aprire la tuba di Eustachio.

E se non risolve il problema?

Se questo tipo di approccio non risolve il problema, previa consulto con il vostro specialista di fiducia, potrebbe essere opportuno tentare con un ciclo di insufflazioni tubariche.

0 0 vote
Article Rating

Pubblicato da

blank

Gianni Gitti

Medico Chirurgo Specialista in Otorinolaringoiatria, Medicina del Sonno e Medicina Estetica. Responsabile del servizio di Otorinolaringoiatria del CRO di Firenze. Autore di "Sindrome delle Apnee Notturne: domande frequenti" Autorie di "Reflusso gastroesofageo e reflusso extra-esofageo: domande frequenti"

Sottoscrivi
Notificami
guest
35 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Jenny
Jenny
2 anni fa

L’uso di Otovent mi ha rovinato! al di là del dolore che ho accusato immediatamente dopo l’uso, mi ha “regalato” un fruscio costante (mai avuto prima) e un grave peggioramento degli acufeni! tra l’altro ho pure avuto conferme che non è vero che ho una disfunzione tubarica a differenza di quanto diagnosticatomi! e che in generale chi soffre di acufeni non dovrebbe aumentare la pressione che può solo incidere negativamente sulla funzione delle cellule sensoriali come infatti è successo … a qualcuno trarrà sicuramente beneficio, certo, ma a quanto pare le controindicazioni ci sono (mi era stato detto di no),… Leggi il resto »

Pina
Pina
1 anno fa
Reply to  Jenny

Salve ho letto il suo messaggio e vorrei chiederle il nome del suo medico orl, perché anche io sto peggiorando cn l’otite e non vorrei aver scelto un orl non adeguato.

Paola
Paola
1 anno fa

Salve, mia figlia di 9 anni doveva esercitarsi con il palloncino otovent essendo la prima volta non sapevamo quanti gonfiaggi fare anche se a prescrivercelo è stato un otorinolaringoiatria. Lei in una sola volta essendo rimasta sola col palloncino in mano mentre io la mamma leggevo il foglietto illustrativo ha effettuato all’incirca 10 gonfiaggi dalla stessa narici. Ora vorrei sapere se è successo qualcosa di irreparabile xche non riesce più a farne nemmeno uno in quanto sente dolore. Sono davvero disperata e anche notificata. Vi prego rispondetemi con urgenza.

Pina
Pina
1 anno fa

Buongiorno, ho bisogno di aiuto. Mi è stata diagnosticata un otite acuta all’orecchio destro con una terapia termale e gocce naso bocca e gola, preciso che avevo infezione batterica urinarie e dopo la 5° terapia termale mi si è tappato anche il sinistro, mi sn ammalata di bronchi e polmoni con febbre alta a 38.50 e quindi sn corsa dal medico di famiglia prescrivendo mi amoxicillina acido clavulanico ma appena smesso l’antibiotico sto avendo di nuovo problemi solo peggiori, mi sento catarro dietro orecchie e mi preme osso e nuca, facendo dinuovo endoscopia otorinolaringoiatria mi dice che nn è grave… Leggi il resto »

Pina
Pina
1 anno fa
Reply to  Gianni Gitti

Capisco. Mi è stato prescritto rocefin per 8 giorni e leggendo sulle precauzioni è scritto che altera i globuli bianchi. Nelle mie analisi ho globuli alti quasi nei limiti. Cosa mi consiglia potrebbe essere rischioso?

Pina
Pina
1 anno fa
Reply to  Gianni Gitti

Soffro di sinusite cronica e ho iniziato ad avere problemi blocco tuba eustacchio, ma nn essendo andata prima da uno specialista xké il medico curante diceva solo infiammazione orecchio, il mio orecchio si è aggravato riscontrando un otite media acuta. Grazie alle terme nasali si stava stappano ma si è tappato anche l’altro creando febbre e infezioni bronchi e polmoni cn diarrea. Ho fatto la cura di amoxicillina x 2 settimane ma ho ancora platina bianca gola e infezioni urinarie. Grazie cmq per la sue risposte immediate. Buona serata

Eleonora
Eleonora
1 anno fa

Buongiorno. Sono quasi 15 giorni che ho l’orecchio destro tappato. Subito sono andata dal mio medico, che poi mi ha mandata dall’otorino in ospedale. Alla prima visita, mi ha prescritto una settimana di antibiotico (3 pastiglie al giorno), 7 giorni di cortisone (2 pastiglie per 4 giorni e 1 pastiglia per 3 giorni), aerosol e gocce nell’orecchio. Passata una settimana sono tornata al controllo e non è cambiato nulla.
Parlando con una persona, mi ha consigliato otovent, secondo lei faccio bene a provare? Grazie, buona giornata

Aldo
Aldo
1 anno fa

Salve, il. Mio otorino ha prescritto a mia figlia una terapia con l’ofovent,
Ma contrariamente come è scritto nelle istruzioni, dice di gonfiare il palloncino con la bocca e lasciarlo sgonfiare dall’orecchio.
E corretto questo utilizzo?

Giampaolo
Giampaolo
1 anno fa
Reply to  Gianni Gitti

Buona sera si puoi usare otovent con un leggere raffreddore ?

Francesco Santucci
Francesco Santucci
1 anno fa

Ciao ho fatto 7-8 gonfiaggi per narice(otovent) mi porta dei problemi?
Non so quanti gonfiaggi al giorno devo fare,l

Francesco Santucci
Francesco Santucci
1 anno fa
Reply to  Gianni Gitti

Io ne ho fatti di più di uno per narice,porta peggioramenti?

Francesco Santucci
Francesco Santucci
1 anno fa
Reply to  Gianni Gitti

Ultima domanda:posso aver danneggiato qualche cellula se ne ho fatti dippiu? grazie

Francesco Santucci
Francesco Santucci
1 anno fa
Reply to  Gianni Gitti

Grazie

enrica
enrica
5 mesi fa
Reply to  Gianni Gitti

Buongiorno, ho seri problemi con la tuba di eustachio, fra le varie proposte degli otorini oltre i cateterismi tubarici, operazioni varie, mi hanno detto di provare l’otovent, ma io non riesco a gonfiare il palloncino…..come mai,,…devo ancora provare a farlo oppure è un problema del mio naso??

MARIA
MARIA
3 mesi fa

SONO 15 GIORNI CHE L HO USATO E HO TROVATO DEI GIOVAMENTI. pOSSO CONTINUARE ? SE SI FINO A QUANDO

MARIA
MARIA
3 mesi fa

lo sto usando da 11 giorni. posso continuare ancora? mi sembra che sto un po meglio

Mauro
Mauro
3 mesi fa

salve, vorrei avere informazioni circa l’fficacia di questo metodo con gli acufeni. potrebbe rispondermi anche via mail? Grazie maurostura73@gmail.com o whatsapp 3478575167

FRANCESCA
FRANCESCA
1 mese fa

Buonasera dottore, potrebbe dirmi se dopo averlo gonfiato (per una dimensione massima di un pompelmo se non sbaglio), procedo nella stessa narice a reimmetere l’aria all’interno mentre deglutisco e tengo la bocca chiusa? Anche la narice dove non ho il palloncino deve rimanere sempre chiusa mentre lascio entrare l’aria? Perché chiudendo bossa, immettendo aria in una narice e chiudendo col dito l’altra narice sembra tutto molto difficile. Se però la perfetta indicazione è questa va bene così.
Grazie mille

Aristotele Casella
Aristotele Casella
1 mese fa

Buongiorno dottore mi chiamo Aristotele Casella. Mi è stato diagnosticato un versamento endotimpanico catarrale bilaterale. Ho un profondo senso di ovattamento ed ottundimento alle orecchie. Ho fatto 20 giorni con uno spray cortisonici da iniettare per via nasale e antistaminici, ma non ho rilevato chissà che miglioramenti.
Per la mia patologia, è indicato e pertanto mi consiglia questo palloncino Ovotent?
Grazie anticipatamente per la disponibilità!

Letizia Bisceglie
Letizia Bisceglie
24 giorni fa

Buonasera, Sono una ragazza di 29 anni che ormai si sente in ub tunnel senza uscita, non riesco a risolvere i miei problemi e a trovare un dottore che mi dica da cosa dipendano i miei sintomi. Da qualche anno ho un problema con la tonsilla e l’orecchio destro, entrambi infiammati provocandomi spesso febbre, difficoltà ad ingoiare, orecchio tappato con fuoriuscita di ub liquido soprattutto quando mi sveglio. Ho provato Otovent l’estate scorsa e l’unico cambiamento riscontrato è che adesso anche l’orecchio sinistro mi si gonfia e non solo, pian piano mi si sta gonfiando anche la tonsilla sinistra provocandomi… Leggi il resto »