EMG: come si svolge e a cosa serve.

L’elettromiografia (detta anche "EMG") è un esame diagnostico ambulatoriale utile per la diagnosi delle malattie dei nervi (es. neuropatie) e dei muscoli (es. miopatie). In genere, con il termine “elettromiografia” ci si riferisce sia alla "elettroneurografia" (detta anche "ENG"), che l’elettromiografia vera e propria (elettromiografia “ad ago”). La elettroneurografia studia la velocità di conduzione dei nervi e utilizza stimoli elettrici somministrati quasi sempre con elettrodi che si appoggiano sulla cute (”elettrodi di superficie”) al di sopra dei nervi e registra le risposte che viaggiano lungo i nervi tramite altri elettrodi di superficie oppure, in alcuni casi, tramite aghi sottocutanei. L’elettromiografia ad ago, invece, prevede l’utilizzo di aghi più o meno lunghi (in relazione alla dimensione del muscolo), che il medico inserisce nei muscoli da studiare per registrarne l’attività sia a muscolo rilassato che durante contrazione.

    E' importante sottolineare che l'elettromiografia è un esame di tipo funzionale, cioè indaga la funzione del nervo o del muscolo ma non la loro conformazione strutturale. Esami come ad esempio la risonanza magnetica, la TAC o l'ecografia, invece, sono accertamenti di tipo morfologico.
    Per questo motivo, per esempio, tramite l'elettromiografia potremo venire a sapere se un nervo conduce male lo stimolo ed in che punto la conduzione si blocca, ma non potremo sapere, senza ulteriori accertamenti, se il problema sia dovuto ad un'infiammazione, ad una compressione dovuta a del tessuto osseo, oppure a qualcos'altro. Per questo è importante sapere che l'elettromiografia non sempre è in grado di precisare una diagnosi da sola; in certi casi è necessario eseguire altri esami ad integrazione.

Esistono condizioni in cui l'esecuzione dell'esame appare particolarmente utile. Ad esempio, in caso di dolori, riduzione della forza, disordini delle sensibilità, la registrazione dell'attività elettrica dei muscoli e dei nervi può dare informazioni utili per la rilevazione e localizzazione di eventuali sofferenze e fornire dati che, correlati alla storia clinica, portino ad escludere o definire la patologia (miopatia, neuropatia, radiculopatia, patologia della trasmissione neuro-muscolare). Nel caso di quesdte affezioni, solitamente, l'esame risulta significativo solo dopo alcune settimane dall'insorgenza del sintomo.

    Prima di eseguire l'esame si consiglia di:
    Fare un bagno per essere sicuri di rimuovere dalla pelle creme o lozioni.
    Assumere i farmaci che di solito prendete.
    Ricordate di avvisare il medico esaminatore se si assumono anticoagulanti o Mestinon®.
    Portare con se referti di visite specialistiche o esami relativi al problema per cui si esegue l'esame.
    Non è necessario il digiuno.
    Segnalare al medico se si è portatori pi pace-maker o stimolatori elettrici.
    Segnalare al medico se si è portatori di patologie infettive.

    La modalità di svolgimento dell'esame non è standard e dipende dal quesito diagnostico. Il test si articola, in genere, in due parti:
    1) Studio della conduzione del nervo: il medico applica elettrodi di superficie sulla cute, fissati con cerotti ipoallergenici. In seguito vengono erogati stimoli elettrici che provocano un lieve movimento del muscolo interessato.
    2) Esame con elettrodo ad ago: viene inserito nel muscolo da esaminare un elettrodo ad ago sterile, per registrare l'attività elettrica a riposo e durante la contrazione muscolare.
    L'esame risulta solitamente praticamente indolore. Dura in media dai 15 ai 30 minuti. E' importante collaborare e non muoversi continuamente durante il test. E' necessario spegnere il telefono cellulare.

    Terminato l'esame... potreste avvertire un leggero indolenzimento dei muscoli esaminati nelle ore successive all'esame con Ago-elettrodo, comunque transitorio. Potete comunque ritornare a casa senza nessun problema. Non è necessario venire accompagnati e si può guidare l'automobile. Il referto scritto è disponibile subito dopo l'esecuzione dell'esame.
    Presso il nostro Centro, l'elettromiografia a due arti ha un costo di 90 Euro; quella a quattro arti di 130 Euro.