Riabilitazione dei disturbi dell'equilibrio.

L’equilibrio è una funzione complessa, che non è affidata ad un solo organo (l’orecchio interno), ma richiede un insieme di strutture comunicanti e di processi che insieme concorrono a tale funzione. Il sistema dell’equilibrio è straordinariamente efficace, sensibile e plastico; è particolarmente capace di adattarsi, grazie alla sovrabbondanza di informazioni che riceve dalla vista, dagli arti e dai recettori dell’orecchio interno, e grazie ai numerosi sottosistemi incaricati ad ottenere le medesime funzioni. L'adattamento alle vertigini e ai disturbi dell'equilibrio provocati da una malattia del labirinto è un processo fisiologico generalmente così efficace da consentire un buon recupero in tempi brevi, ma talora risulta deficitario e i sintomi si cronicizzano. In molti di questi casi la terapia con farmaci può non risultare sufficiente e si deve ricorrere ad un ciclo riabilitativo, la cosiddetta rieducazione vestibolare.

La rieducazione vestibolare è una terapia funzionale dei disturbi dell’equilibrio. La strategia rieducativa tende a riprogrammare la funzione dell’equilibrio partendo dall’individuazione degli elementi patologici di questa complessa funzione, sfruttando poi gli elementi tuttora funzionanti nel sistema. L’obiettivo della riabilitazione vestibolare non è infatti la guarigione anatomica di una patologia, bensì il ripristino delle funzioni alterate sfruttando le proprietà adattative e le capacità di apprendimento del SNC. Per questo motivo non esiste un protocollo riabilitativo per una data patologia (ad esempio malattia di Menière, labirintite, ecc) ma occorre applicare protocolli ad hoc per ciascuna particolare disfunzione dell’equilibrio, quindi per ciascun paziente. Alla luce di tutto ciò, si capisce perché viene prescritta una terapia riabilitativa tutte le volte che si è di fronte ad una difficoltà del paziente vertiginoso ad adattarsi alla sua patologia dell’equilibrio, a prescindere dalla causa della patologia stessa.

La terapia rieducativa va iniziata appena possibile. Si tratta di sedute di durata di 30-45 minuti in cui vengono eseguiti esercizi mirati al caso specifico. Le sedute si ripetono con cadenza settimanale, per un totale di 5 sedute per ogni ciclo. Il paziente verrà informato che: È richiesta una collaborazione attiva e consapevole del paziente poiché coinvolge meccanismi cerebrali di apprendimento, memorizzazione e riprogrammazione di funzioni complesse; Gli esercizi possono talora risultare fastidiosi ma lo stimolo migliore per indurre un miglioramento della funzione è quello che provoca errore o un mismatch nel sistema di controllo; La regolarità e la costanza nell’effettuare il programma terapeutico (che prevede la ripetizione degli esercizi anche al domicilio) garantiscono i migliori risultati; Il paziente lavora quasi sempre ai limiti delle sue attuali capacità e non deve pertanto scoraggiarsi se incontra difficoltà notevoli.

Il pacchetto di Riabilitazione Vestibolare ha un costo di 210 Euro e comprende 5 sedute individuali svolte sotto guida medica all'interno di una saletta di riabilitazione appositamente attrezzata. Le sedute, della durata di 30 minuti ciascuna, saranno sempre svolte sotto il controllo diretto del medico che guiderà il paziente al corretto svolgimento degli esercizi, sarà in grado di intervenire in caso di comparsa di vertigine e istruirà il paziente affinchè possa continuare autonomamente la riabilitazione presso la propria abitazione. La presenza continuativa del medico durante il trattamento garantirà la piena sicurezza del paziente e permetterà lo studio immediato di eventuali fenomeni vertiginosi insorti durante gli esercizi. In caso il paziente intenda prolungare il trattamento sarà possibile ripetere un coclo intero di trattamenti oppure singole sedute di mezz'ora ad un costo di 50 Euro ciascuna.

Pagina a cura della Dr.ssa Cristina Santoro