A cosa serve?

Sapevi che il russamento a volte può nascondere insidie importanti per la salute del tuo bambino? Il tuo bambino russa in modo continuativo da almeno sei mesi? Mostra difficoltà nel mantenere l'attenzione durante il giorno? Ha un rendimento scolastico sotto le aspettative? Fa spesso la pippì a letto? Tutti questi sintomi potrebbero essere correlati alla presenza di un disturbo respiratorio notturno.

    La Pulsossimetria dinamica notturna, a volte denominata "saturimetria notturna", è una metodica diagnostica che utilizza un piccolo apparecchio portatile in grado di valutare i seguenti parametri:
    curva pletismografica,
    frequenza cardiaca,
    saturazione di ossigeno,
    indice di perfusione.
    Si effettua posizionando un piccolo sensore luminoso all'estremità di un dito per il tempo di osservazione deciso.

Un bambino con apnee notturne.

Nonostante i nuovi criteri diagnostici internazionali abbiamo di fatto escluso la pulsossimetria dinamica notturna dal novero degli esami strumentali in grado di fornire diagnosi di Sindrome da Apnee Notturne, questo esame, a giudizio di molti medici specialisti e non, continua a mantenere un'importanza notevole almeno come screening di base nei bambini con disturbi respiratori notturni riferiti dai genitori. Nei bambini piccoli, infatti, l'esecuzione di un monitoraggio cardio-respiratorio notturno completo può rappresentare un'impresa titanica a causa della presenza di numerosi fili e cinture che, sempre ben tollerate dall'adulto, possono "attirare in modo non proficuo" l'attenzione dei piccoli pazienti. La pulsossimetria dinamica, se associata ad una attenta valutazione clinica otorinolaringoiatrica del piccolo paziente, seppur con tutti i limiti del caso, permette quasi sempre di ottenere un quadro chiaro sulla qualità della respirazione notturna del bambino.

L'utilizzo dei pulsossimetri dinamici da polso, solitamente ben tollerati dal bimbo, permette di eseguire l'accertamento comodamente a domicilio, facilitando non di poco la diagnosi di un disturbo respiratorio. Inoltre, grazie alla semplicità della metodica, dopo attenta istruzione dei genitori, è possibile fare in modo che siano i genitori stessi a posizionale

La presenza di un disturbo respiratorio notturno può provocare serie ripercussioni sulla qualità di vita e sulla salute del bambino: in particolare, è chiaramente dimostrata la correlazione tra Sindrome delle Apnee Notturne e deficit attentivo diurno. Appare quindi saggio sottoporre a pulsossimetria notturna i pazienti con roncopatia notturna persistente e scarso rendimento scolastico.

L'accertamento appare particolarmente indicato in piccoli pazienti russatori abituali che evidenzino una notevole ipertrofia tonsillare e il forte sospetto di un blocco nasale da adenoidite/iperplasia adenoidea. La presenza di gravi cali di ossigenazione del sangue durante la notte è uno dei criteri fondamentali per decidere se eseguire una adenoido-tonsillectomia nel bambino.

L'esame viene svolto mediante utilizzo del Pulsossimetro Nonin WristOx2, un pulsossimetro da polso di ultima generazione che permette una facile gestione dell'esame da parte dei genitori. L'esame si svolge facendo indossare al bambino una sorta di orologio da polso al quale è collegato un cavetto con una piccola molletta da stringere intorno al dito indice. Si tratta di una procedura del tutto indolore.

L'esame ha un costo di 80 Euro comprensivo della refertazione e viene condotto su bambini di età superiore ai 3 anni. Per venire incontro ai genitori, visto che una scarsa ed imprevedibile collaborazione del bambino durante la notte, potrebbe rendere impossibile l'esecuzione e la lettura dell'esame, abbiamo stabilito che, in caso di registrazione incompleta e non conclusiva, l'importo duvuto sia di soli 20 Euro a titolo di rimborso occupazione del dispositivo.

Consigliamo a tutti i genitori per i quali l'accertamento non sia stato consigliato da uno specialista, di passare prima una visita con il Dr. Gianni Gitti per valutare l'opportunità di eseguire la procedura. La valutazione otorinolaringoiatrica risulta spesso un passo decisivo per l'inquadramento del problema.

Pagina a cura del Dr. Gianni Gitti