ORL, Audiologia e Foniatria

Otorinolaringoiatra: chi è questa figura misteriosa?

Chi è l'otorinolaringoiatra? Già pronunciare la parola in modo corretto non è semplicissimo ma in più mi rendo conto che spesso esiste una grande confusione nei pazienti riguardo la nostra figura professionale. La confusione aumenta quando si iniziano a menzionare specialità equipollenti come la foniatria e l'audiologia che in pratica concentrano la loro attenzione su una parte ridotta ddei campi di interessa dell'otorinolaringoiatria (patologie dell'orecchio e dell'equilibrio per l'audiologia, patologie della voce per la foniatria). Il termine deriva direttamente dal greco oto (orecchio) + rino (naso) + laring (laringe) + iatra (medico), letteralmente: medico delle orecchie, del naso e della gola. Nonostante le diverse parti appaiano poco correlate, sono il crocevia delle prime vie aerodigestive ed è comune che siano affette congiuntamente da uno stesso processo patologico, sia esso infettivo, tumorale, traumatico o di altra natura ecco perché vengono vengono trattate da uno specialista unico. Spesso le persone "non del mestiere" pensano che l'otorinolaringoiatra sia lo specialista che toglie i tappi di cerume, un mestiere a dir poco ingrato.... Altri ci attribuiscono capacità chirurgiche ma soprattutto legate ad interventi di tonsillectomia ed adenoidotomia (quante volte abbiamo sentito dire che una volta le tonsille e le adenoidi le toglievano a tutti... ed è anche tristemente vero!). Alcuni confondono l'otorinolaringoiatra con il dentista....

In realtà l'otorinolaringoiatria è una specialità molto ampia e complessa che copre tutta una serie di patologie a cui spesso le persone non pensano: il naso, la bocca, l’orecchio, la lingua, le corde vocali sono tutti organi che, a dispetto delle loro ridotti dimensioni, possono causare problemi enormi. Infatti, la maggior parte dei ricoveri in un reparto di otorinolaringoiatria sono dovuti a patologie della voce, dell’udito, della tiroide ed ai casi oncologici mentre solo pochissimi sono i ricoveri per interventi a tonsille ed adenoidi e (ovviamnete) nessuno per rimozione di tappi di cerume! (anche se una volta ho ricevuto una richiesta in questo senso....!!).

L'otorinolaringoiatra, in pratica, si occupa di tutte le malattie a carico del distretto testa collo ad eccezione di quelle che interessano gli occhi, i denti e il cervello. L'otorinolaringoiatria si occupa di tre dei nostri 5 sensi (udito, olfatto, gusto) senza tralasciare tutte le turbe dell'equilibrio e le vertigini che così tanto sono in grado di disturbare la nostra vita quotidiana.

Oltre a questo l'otorinolaringoiatria si caratterizza per essere una specialità fortemente chirurgica. Quando parlate con un otorinolaringoiatra avete di fronte una persona che ha passato gran parte del suo periodo di formazione in una sala operatoria e, nella maggior parte dei casi, non a operare tonsille e adenoidi. Infatti, anche i distretti di competenza dell'otorinolaringoiatria sono sede di tumori benigni e maligni: l'otorinolaringoiatra è lo specialista che cura e opera i tumori della laringe, della parotide, della lingua, della bocca, del naso... tutte entità meno frequenti rispetto ai tumori più noti alla popolazione generale ma purtroppo comunque presenti.

L'otorinolaringoiatra è lo specialista che esegue le tracheotomie quando respirare diventa difficile: si trova a volte a dover fronteggiare emergenze potenzialmente mortali per il paziente. L'otorinolaringoiatra opera l'orecchio, cerca di risolvere le principali patologie per permettere alle persone di tornare a sentire (quando possibile). L'otorinolaringoiatra coadiuvato dalla fondamentale attività dei logopedisti si occupa della riabilitazione di tutti i disturbi del linguaggio e della voce. L'otorinolaringoiatra... una figura che speriamo adesso sia meno misteriosa.

Pagina a cura del Dr. Gianni Gitti

Visualizza Prestazioni