Otite Media Acuta: diagnosi e terapia.

    Ti fa male l'orecchio e non ci senti più bene? Vedi fuoriuscire una secrezione di colore variabile dall'orecchio? E' probabile che tu abbia ciò che in medicina si definisce una otite media acuta. Si tratta di una patologia nell'antichità potenzialmente mortale ma che ai giorni d'oggi può essere risolta facilmente e senza conseguenze se subito diagnosticata e trattata dal medico.
    Per otite media acuta si intende un processo infiammatorio a carico dell'orecchio medio. Le infezioni a carico dell’orecchio sono frequenti cause di ipoacusia, soprattutto nel bambino. Sia nel caso che sia presente una infezione batterica (otite suppurativa) sia che essa non sia presente (otite sierosa) la cassa timpanica risulta occupata da fluidi che impediscono la normale trasmissione del suono verso l’orecchio interno.

    Le otiti sono molto frequentemente conseguenza di infezioni a carico delle vie respiratorie superiori tanto che si potrebbe sostenere che si sviluppi una infiammazione dell'orecchio medio ogni volta che si ha un processo infiammatorio a carico del tratto respiratorio superiore. Nella progression del processo flogistico l’infiammazione nasale, para-nasale e faringea arriva ad interessare la tuba di Eustachio (un sottile tubicino che collega l'orecchio alla gola con la finalità di drenare le secrezioni dell'orecchio) determinando una ototubarite acuta (detta anche disfunzione tubarica) con una conseguente riduzione della ventilazione nella cassa timpanica e del drenaggio delle secrezioni dell'orecchio. Di solito questo processo si risolve spontaneamente senza terapia ma in alcuni casi si determina le secrezioni accumulate all'interno dell'orecchio possono essere infettate da un batterio determinando in questo modo una otite media acuta.
    I batteri più comunemente responsabili dell’otite sono rappresentati da Haemofilus Influentiae nel bambino e streptococcus pneumoniae in adulti e bambini.
    L’otite media acuta può progredire provocando la rottura della membrana timpanica con fuoriuscita di pus dall’orecchio (otorrea) e contemporanea riduzione del dolore.

    I principali sintomi di otite acuta sono rappresentati da
    Insorgenza rapida di dolore all’orecchio (nelle forme suppurative, le forme sierose sono solitamente non dolenti)
    Pressione ed ovattamento auricolare
    Calo dell’udito.
    All'esame obiettivo si evidenzia:
    Membrana timpanica infiammata (forme suppurative) o opacata (forme sierose)
    Pus o liquido all’interno dell’orecchio medio (in alcune forme suppurative)
    Possibile perforazione del timpano

    La diagnosi di otite media acuta si basa sulla raccolta dei sintomi riferiti dal paziente e su una attenta visita otorinolaringoiatrica o audiologica. In caso di otite acuta sierosa (ovvero se l'infezione non si è ancora sviluppata e si sospetta l'accumulo di siero all'interno dell'orecchio) risulterà spesso indispensabile eseguire un esame audiometrico ed impedenzometrico (non eseguibile nelle forme acute non sierose). GLi stessi esami dovranno essere anche eseguiti a fine terapia per verificare l'effettiva completa guarigione.
    L'esame audiometrico tonale evidenzierà quasi sempre una ipoacusia trasmissiva di importanza variabile. L'impedenzometria evidenzierà un timpanogramma piatto a carico dell'orecchio interessato; l'esame non si esegue in caso di otite suppurativa in atto.

    La terapia delle otiti medie acute dipende dall'estensione della patologia e dalle caratteristiche del paziente ma in generale prevede:
    Antibiotico a largo spettro (in caso di mancata risposta antibiotico mirato in base a tampone auricolare) soprattuto per i bambini
    Terapia antinfiammatoria/cortisonica nasale e/o sistemica
    Solitamente i sintomi recedono in 5-7 giorni dall'inizio di un trattamento correttamente impostato.

Pagina a cura del Dr. Gianni Gitti