Una procedura indolore di fondamentale importanza.

Ti hanno prescritto una fibrolaringoscopia e non sai di cosa si tratta? Sai di cosa si tratta ed hai paura a sottoporti all'accertamento? In realtà si tratta di un accertamento praticamente indolore ed utilissimo per il tuo specialista di fiducia.

    La laringoscopia a fibre ottiche è un esame endoscopico che viene eseguito facendo passare una sottile fibra ottica attraverso una narice del naso fino a raggiungere il faringe (la regione subito dietro il naso): da quella posizione privilegiata, l'operatore, potendo vedere le immagini che provengono dalla punta dello strumento tramite un visore ottico o una telecamera, riesce a vedere in modo corretto e completo faringe e laringe.
    Questa metodica è un accertamento ormai quasi indispensabile per lo studio delle principali patologie della laringe (difonie ecc.), del faringe (iperplasia adenoidea, ecc) e per lo studio dei disturbi ostruttivi nasali (rinosinusite, ostruzione nasale di altra natura).

Le procedure endoscopiche sono state ideate negli anni 30 del secolo scorso da Heinrich Lamm ma soltanto nel 1963 è comparso il primo endoscopio utilizzabile per procedure mediche. Nella figura è riportato uno dei tipici modelli di fibroscopio utilizzato dagli specialisti in otorinolaringoiatria: la porzione più sottile dello strumento (opportunamente sterilizzata ad ogni utilizzo) viene fatta passare all'interno di una delle narici del paziente fino a raggiungere il rinofaringe (ovvero la zona subito dietro il naso); in questo modo il medico potrà osservare direttamente dall'oculare o tramite una telecamera collegata tutto ciò che è visibile a livello della "punta" dello strumento.

La procedura, del tutto indolore, può essere eseguita anche su bambini molto piccoli grazie ad uno strumento pediatrico di minori dimensioni. Non necessita di alcun tipo di anestesia ma soltanto di un minimo di collaborazione del paziente (cosa che nei bambini non è sempre possibile....). La laringoscopia a fibre ottiche permette la perfetta visualizzazione delle strutture nasali e dello sbocco dei seni paranasali risultando spesso fondamentale per la diagnosi di sinusite e di tutte le altre patologie ostruttive nasali.

Come si esegue una fibrolaringoscopia: l'esame può essere eseguito anche senza video.

La procedura permette, tra le altre cose, di visualizzare in modo accurato faringe e laringe in modo da poter evidenziare tutte le principali patologie del distretto. L'esame permette, inoltre, di visualizzare la motilità cordale mentre il paziente emette la voce in modo naturale, senza la trazione della lingua da parte dello specialista come accade nella laringoscopia indiretta (ovvero l'esame classico con lo specchietto): l'attento studio della motilità e della morfologia cordale risulta spesso decisivo per valutare le possibilità di riuscita di un trattamento logopedico correttivo sia nelle forme di "disfonia funzionale" che nelle forme di "disfonia organica".

In casi particolari e a dicrezione del medico, contestualmente al semplice esame fibroscopico potrà essere associato l'esecuzione di una stroboscopia, un accertamento che permette di valutare il movimento ondulatorio della mucosa cordale. Presso il nostro Istituto l'esame viene condotto sempre mediante fibroscopio flessibile e comporta soltanto il prolungamento di pochi secondi della procedura endoscopica. Per valutare in modo approfondito un organo complesso come la laringe può infatti essere opportuno avere la possibilità di "rallentarne" oppure "fermarne" il movimento cordale. Uno dei metodi utilizzati a questo proposito è sfruttare l'effetto stroboscopico che si basa su un'illusione ottica dovuta all'inerzia propria del nostro senso della vista: una serie di immagini di un oggetto in movimento, presentate ad intervalli inferiori a 0,2 secondi, apparirà come un'immagine continua. Quindi, se illuminiamo le fasi successive del movimento periodico dell'oggetto con brevi impulsi luminosi a frequanza uguale a quella di vibrazione, esso viene illuminato sempre nello stesso punto, ottenendo così l'effetto di una immagine perfettamente ferma. Analogamente, se le frequenze di vibrazione e di illuminazione non coincidono perfettamente, si avrà un'illusione di un movimento rallentato dell'oggetto. La laringostroboscopia consente di analizzare nel dettaglio le caratteristiche fisiologiche e patologiche della vibrazione glottica (ovvero delle corde vocali) consentendo la valutazione sia dei movimenti orizzontali che verticali riferibili all'elasticità delle corde vocali (cosiddetta onda mucosa).

Su richiesta preventiva del paziente (da concordare in sede di prenotazione) lo specialista potrà rilasciare una documetazione video-fotografica dell'esame mediante registrazione su CD personalizzato e carta fotografica al costo aggiuntivo di 10 Euro. Il Cd potrà essere aggiornato con successivi controlli fino a raggiungere la massima capienza, senza costi aggiuntivi.

    Presso il CRO, il costo della fibrolaringoscopia è di 55 EURO. L'esame può essere eseguito solo previa visita specialistica.